DISTURBI GASTROINTESTINALI E BENEFICI DEL KEFIR

KEFIR, sei il mio buon risveglio al mattino!

Il Kefir è una bevanda originaria del Caucaso, le cui popolazioni sono note per essere tra le più longeve al mondo. Il suo sapore è acidulo, in alcuni casi leggermente frizzante e varia secondo la sostanza (latte o acqua) che viene utilizzata come base per la fermentazione dei cosiddetti granuli. Questi ultimi contengono batteri e lieviti (fermenti) che, ad esempio, inoculati nel latte vaccino, lo fanno fermentare fino a fargli acquisire il tipico sapore acidulo e gli conferiscono le caratteristiche nutrizionali, rendendolo un ottimo probiotico, in grado di raggiungere intatto il nostro intestino. Il Kefir, a differenza dello yogurt, viene facilmente digerito anche da chi non digerisce il lattosio, ciò è possibile poiché durante la fermentazione del latte viene prodotto l’enzima lattasi, assente nei soggetti intolleranti, consentendo a questi ultimi di digerire il Kefir a base di latte.

I BENEFICI del suo consumo sono molteplici: favorisce la digestione, migliora la peristalsi intestinale, migliora gli stati di disbiosi intestinale (diarrea), rafforza il sistema immunitario e per tale motivo è particolarmente consigliato ai soggetti anziani ed ai bambini. Inoltre è ricco di vitamine del gruppo B12 e B9 (acido folico), pertanto aiuta il buon funzionamento del sistema nervoso ed è utile in gravidanza . Non vi arrendete se il suo gusto non vi conquista subito: in questo caso cambiate marca (il gusto e le proprietà organolettiche del prodotto finale possono cambiare a seconda dei granuli di kefir utilizzati) oppure provate il latte di capra fermentato anziché quello vaccino.

Vi posso assicurare che assumendo il Kefir per un lungo periodo, possibilmente a digiuno ed al mattino, la nostra salute ne trarrà un generale miglioramento in quanto l’assunzione quotidiana di questa bevanda costituisce un ottimo depurativo per intestino e fegato ed in generale rafforza  il nostro organismo.

Per informazioni dettagliate sulle proprietà del Kefir vi suggerisco la lettura di questo libro:

https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__kefir-zorzi-libro.php?pn=6892

 

rimedi naturali , ,

Informazioni su lippocampolucino

Mi chiamo Patrizia Garozzo ed ho una laurea in Giurisprudenza nel cassetto. Da diversi anni ho sviluppato un grande interesse per la fitoterapia ed i fiori di Bach, oltre che per una alimentazione sana. Da qualche tempo ho iniziato ad interessarmi a tematiche come l’eco sostenibilità e l’economia circolare, con uno sguardo rivolto al second hand ed al riciclo creativo. Chi è curioso sappia che il nome del blog è tratto dal protagonista di un racconto per l’infanzia che scrissi alcuni anni fa. L’ippocampo Lucino rappresenta una metafora per descrivere una realtà in crisi profonda, fragile ed inquinata, da veleni fisici e psicologici. Nel mio racconto Lucino lotta per sopravvivere nel suo mondo fantastico, in cui non mancano prove insidiose da superare così come, miracolosamente, fanno la natura e le sue creature, nonostante l’uomo ed i suoi scempi. Da marzo 2020 ho iniziato a collaborare con Naturplus, un’azienda italiana di prodotti erboristici certificati. Se vi va potrete seguirmi anche sulla mia pagina Fb: www.facebook.com/mpgarozzo/ Ho anche un gruppo Fb, collegato a questa pagina, dal titolo “Benessere naturale e Fiori di Bach”.

Precedente IL PARTENIO: UN FIORE CONTRO LE TENSIONI MUSCOLARI Successivo La malva: un lenitivo per i disturbi gastrointestinali e non solo