IN NATURA ESISTE UN POTENTE ANTIDEPRESSIVO: L’IPERICO

 

Domani è il 24 giugno, ovvero il giorno della festa di San Giovanni. La tradizione vuole che che questa giornata sia dedicata alla raccolta della pianta di Iperico.
L’iperico è una pianta che normalmente fiorisce all’inizio dell’estate, ma  con i primi caldi la fioritura potrebbe anche essere precoce! La pianta viene conosciuta anche come Erba di San Giovanni proprio perché la raccolta delle infiorescenze, di norma, inizia in concomitanza con la festa dedicata a San Giovanni. La tradizione popolare nordica attribuiva all’Iperico il potere di allontanare le energie negative, per tale motivo in passato si appendevano fuori dalle abitazioni dei mazzetti di Iperico lasciati ad essiccare.

Personalmente ho conosciuto gli effetti benefici della pianta di Iperico alcuni anni fa, grazie al consiglio di  una farmacista che me la consigliò per “curare” una leggera malinconia depressiva. L’integratore che ho assunto non contiene solamente Iperico, ma anche triptofano, alcune vitamine del gruppo B e magnesio. Le proprietà benefiche dell’iperico sul sistema neurovegetativo sono riconosciute da alcuni studi scientifici: difatti: questa pianta infatti aiuta ad avere un atteggiamento mentale positivo, contrasta gli stati d’ansia, sostiene a livello emotivo aumentando i livelli di serotonina, aiuta a riposare meglio in caso di stress. Io lo uso nei periodi in cui soffro di episodi ricorrenti di EMICRANIA CON AURA, lo prendo per 15 giorni  e a quel punto il mio umore va decisamente meglio, riducendo il rischio di nuovi attacchi di emicrania.

Purtroppo ho constatato che l’Iperico può interagire con alcuni farmaci, aumentandone o diminuendone l’efficacia, pertanto, prima di assumere questo fitoterapico o anche un integratore che lo contenga, è necessario  parlarne con il proprio medico o farmacista di fiducia, soprattutto se si assumono regolarmente dei farmaci (particolare attenzione deve prestare chi prende la pillola anticoncezionale, in quanto ne diminuisce l’effetto o chi assume farmaci per la tiroide o per il diabete). 

Tradizionalmente l’iperico viene usato per preparare un olio che prende una particolare colorazione rossastra a contatto con la pianta. Si tratta di un olio a cui vengono riconosciute numerose proprietà curative: ottimo antinfiammatorio della pelle, cicatrizzante, idratante, antidolorifico. Anche in questo caso un piccolo accorgimento di cui tener conto: l’iperico ha effetti foto sensibilizzanti, per cui non ci si deve esporre subito al sole dopo averlo applicato sulla pelle.

 

 

Precedente L'OLIVO, UNA PIANTA DALLE MOLTE PROPRIETA' TERAPEUTICHE Successivo Capelli super idratati e nutriti grazie alle proprietà dell'olio di lino