La salicaria è un antidiarroico naturale, curativo delle affezioni intestinali

E’ estate e fa molto caldo….gli sbalzi di temperatura tra ambienti naturali ed ambienti climatizzati, la frequentazione di luoghi affollati come spiagge e mare, ci espone maggiormente ad affezioni del tratto gastrointestinale (gastriti, coliti, infezioni batteriche intestinali).

In questi casi è sempre utile assumere quotidianamente fermenti lattici o del Kefir, tuttavia quando la mucosa gastrointestinale si infiamma in modo serio o si presentano dei fenomeni acuti del tratto intestinale (diarrea), la salicaria  è una pianta che ci viene in aiuto per risolvere naturalmente questi problemi!

La salicaria ha proprietà astringenti, infatti contiene numerosi tannini ed è il rimedio fitoterapico che di norma viene consigliato dall’erborista per curare gastroenteriti, coliti e diarrea, anche diarree dei lattanti. Il fitoterapico agisce come un antibatterico ed antibiotico naturale a livello del tratto gastrointestinale, curando in modo specifico le infiammazioni della mucosa di questo delicato apparato.

La salicaria, proprio per le sue proprietà toniche (contiene flavonoidi) ed astringenti, viene utilizzata pure per curare emorroidi, ulcerazioni della bocca o ulcere varicose (esercita una azione cicatrizzante), nonché per ridurre mestruazioni abbondanti.

Ho conosciuto questa pianta grazie al mio erborista di fiducia, alcuni anni fa. Il mio amatissimo cane, ormai divenuto anziano, aveva una diarrea cronica causata da una  terapia farmacologica non adeguata. Non ero riuscita ad arrestare le sue scariche diarroiche né con antibiotici, né con fermenti lattici. Ero disperata quando sono approdata in erboristeria, esponendo il mio problema e la soluzione era lì, a portata di mano:  la salicaria, in soluzione idroalcolica. Posologia indicata dall’erborista: 1 goccia ogni chilogrammo di peso, anche per i nostri amici cani. Il prodotto contiene una piccola percentuale di alcool, pertanto il mio consiglio, per la diarrea dei neonati, è quello di chiedere preventivamente il parere del vostro erborista di fiducia o del vostro pediatra, ovviamente se quest’ultimo ha competenze in campo fitoterapico.

Il rimedio fitoterapico che utilizzo è un composto, contiene anche altre piante fra cui la malva e la piantaggine, utili per le infiammazioni delle mucose gastrointestinali. Lo tengo sempre in casa, per l’evenienza e vi assicuro che la sua efficacia, per risolvere i problemi che vi ho descritto sopra, vi stupirà!!

 

Precedente La Boswellia, un antinfiammatorio naturale per la cura dei dolori articolari Successivo L'estratto di semi di Pompelmo per la cura di coliti, cistiti, candida....ed altro