Tinte delicate per capelli e piega casalinga

Alla fine della scorsa estate i miei capelli erano molto secchi, spenti e per la prima volta avevo notato alcune doppie punte. Li avevo tagliati più corti durante la bella stagione, sia per rinforzarli che per evitare che si stressassero tenendoli legati troppo spesso.

Da tre anni tingevo i miei capelli con un prodotto che si acquista in farmacia e posso affermare che la tintura in questione è piuttosto delicata sul mio cuoio capelluto sensibile, ma evidentemente non bastava per assicurarmi capelli sani e lucenti.

Premetto che anni addietro, alla comparsa dei primi capelli bianchi, avevo preso in considerazione l’idea di ricorrere all’henné, subito scartata perché l’applicazione richiede tempi lunghi e per farmi venire il mal di testa è sufficiente il pur breve tempo di posa delle tinte tradizionali!

Ad ottobre scorso avevo deciso pertanto di abbandonare la tintura e lasciarli crescere al naturale. Inutile dire che quando hai ancora cinquant’anni ed un aspetto giovane, non accetti facilmente un capigliatura bicolore, che sa tanto di trascuratezza!

A dicembre sono entrata in una erboristeria dove non ero mai stata ed una commessa gentilissima mi ha proposto la tintura Capelvenere di Helan. Si tratta di una nuova soluzione particolarmente dolce, nella crema colorante non vi sono petrolati, oli minerali, lanoline, siliconi e PEG, ma oli vegetali, di Argan, Cipero dolce e Jojoba ed estratto di Capelvenere per un miglior nutrimento della fibra e del cuoio capelluto, anche del più sensibile e per avere capelli naturalmente lucidi e splendenti, nutriti e morbidi. Leggendo la confezione si apprende che i coloranti sono stati attentamente selezionati, eliminando quelli ad alto rischio di allergia, come la p-fenilendiammina e resorcina, sostituite con sostanze meglio tollerate.

Al kit Capelvenere Colours, costituito da una crema contorno capelli, guanti monouso, shampoo e balsamo bio ad azione riacidificante, è stato aggiunto un BioAceto Lucidante in spray indispensabile per la chiusura delle squame, per l’assorbimento dei pigmenti e per riportare alla naturale acidità la struttura capillare alterata.

Ho acquistato una confezione n. 8, corrispondente al Biondo chiaro e l’ho applicata. Risultato soddisfacente, la copertura dei capelli bianchi è stata quasi totale, nessuna irritazione al cuoio capelluto, capigliatura morbida e lucente.

Nel frattempo a Natale avevo ricevuto in regalo la Spazzola Rotante Bellissima Revolution. Pur possedendo una meravigliosa piastra per capelli, negli ultimi tempi preferivo non usarla, proprio per evitare di stressarli maggiormente. Da diverso tempo guardavo con interesse questo nuovo sistema casalingo di asciugatura, ma dubitavo della sua reale funzionalità, finché non mi è stata regalata. Dotata di un’innovativa tecnologia a rotazione automatica, concentra in un solo strumento la possibilità di asciugare i capelli ed averli in piega, grazie alla sua spazzola rotante automatica. Posso assicurarvi che funziona, l’importante è avere un po’ di manualità, ma non è richiesto uno sforzo eccessivo. Il risultato non sarà come quello che avrete dal vostro parrucchiere di fiducia, ma è sufficiente per avere capelli in ordine senza dover ricorrere alla piastra.

Lo scorso febbraio ho deciso di acquistare una nuova confezione Capelvenere, stavolta però n. 7, corrispondente al Biondo. Il risultato è un po’ più scuro, ma la copertura dei capelli bianchi è ottimale e l’effetto della tinta mi è parso più duraturo, inoltre, non avendo moltissimi capelli bianchi ho applicato solamente metà della confezion, solamente alla radice, senza stressare ulteriormente le punte.

risultato dopo la tinta

Il risultato mi ha pienamente soddisfatto, inoltre la settimana successiva all’applicazione della tinta ho deciso di ricorrere all’impacco per capelli in tessuto, realizzato sempre dalla Helan. Si tratta di una cuffia protezione colore riacidificante, da indossare al primo lavaggio dopo l’applicazione della tinta per capelli, un trattamento che vi assicuro esalta il colore dei capelli, probabilmente grazie all’azione della cheratina vegetale contenuta.

Aver trovato una tintura per capelli delicata, che riesco ad applicare facilmente con una modalità che li non danneggia (solo alla radice, allungando il colore solo negli ultimi 10 minuti prima del risciacquo) e l’utilizzo della spazzola rotante automatica per asciugare e modellare i capelli, mi ha reso felice, in quanto li ha resi effettivamente meno crespi e soprattutto morbidi e lucenti.

Autore: Patrizia Garozzo

Foto dell’autore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

rimedi naturali , , , , , , , ,

Informazioni su lippocampolucino

Salve, sono Patrizia Garozzo, una laurea in Giurisprudenza nel cassetto. Da anni nutro un grande interesse per la fitoterapia ed i fiori di Bach, oltre che per una sana alimentazione. Da qualche tempo ho iniziato ad interessarmi a tematiche importanti come l’ecosostenibilità e l’economia circolare, con uno sguardo ammiccante rivolto al second hand ed al riciclo creativo. Il nome del blog è tratto dal protagonista di un racconto per l’infanzia, Lucino, che scrissi alcuni anni fa e rappresenta una metafora per descrivere una realtà in profonda crisi, fragile ed inquinata, da veleni fisici e psicologici. Lucino lotta per sopravvivere nel suo mondo fantastico, in cui non mancano prove insidiose da superare così come fanno, miracolosamente, la natura e le sue creature, nonostante l’uomo ed i suoi scempi. Da alcuni mesi collaboro con Naturplus, un'azienda di prodotti erboristici. Se vi va potrete seguirmi anche sulla mia pagina Fb: www.facebook.com/mpgarozzo/

Precedente Sindrome del colon irritabile e cibi FODMAP. Successivo Crispelle di riso al miele. Ricetta catanese