Crab Apple, ovvero Melo Selvatico: il Fiore della purificazione

CRAB APPLE

Crab Apple o Melo Selvatico, è il Fiore di Bach consigliato a coloro che hanno bisogno di purificazione  interiore, tuttavia vivono questa loro necessità proiettandola sul piano fisico. Infatti di solito si tratta di persone che non si accettano per quello che sono e sviluppano un eccessivo senso critico nei confronti del loro aspetto fisico, hanno un senso di repulsione verso gli animali in quanto li avvertono come fonte di “sporcizia”, possono sviluppare un vero e proprio terrore  di contrarre virus e batteri. In genere si tratta di individui che hanno paura delle malattie o eccessiva preoccupazione per le loro funzioni fisiologiche e possono sviluppare, a causa della eccessiva ansia, colite o disturbi al fegato!

Questo Fiore è di aiuto a quei soggetti che sono particolarmente ansiosi, meticolosi e che vivono secondo regole ed abitudini ben precise, che non amano il contatto fisico con gli altri e le emanazioni corporali proprie o altrui e che in alcuni casi manifestano anche problemi di dermatite allergica.

L’assunzione di Crab Apple dona equilibrio a queste persone che in verità sono dotate di una spiccata sensibilità: il Fiore infatti agisce come coadiuvante, a livello energetico, nella eliminazione delle tossine, facendo venire fuori ciò che non si accetta del proprio corpo ed in generale della propria interiorità  e si dimostra di grande aiuto nei casi in cui si sta seguendo una dieta disintossicante o dimagrante.

Alcuni giorni fa ho fatto ricorso a Crab Apple in un momento in cui mi affliggeva una brutta emicrania con forte senso di nausea: ho associato Crab Apple a Mustard (attacchi di depressione improvvisi e transitori) e dopo 5 giorni il mio umore era migliorato e la nausea era passata del tutto, inoltre alcuni sfoghi cutanei su spalle e viso erano migliorati.

In caso di stati di intossicazione (senso di pesantezza, nausea) o eruzioni cutanee, il mio consiglio è si assumere Crab Apple nel seguente modo: 2/3 gocce in mezzo bicchiere d’acqua da sorseggiare nell’arco della giornata e proseguire il trattamento per  5 o 6 giorni.

fiori di bach , , , , ,

Informazioni su lippocampolucino

Salve, sono Patrizia Garozzo, una laurea in Giurisprudenza nel cassetto. Da anni nutro un grande interesse per la fitoterapia ed i fiori di Bach, oltre che per una sana alimentazione. Da qualche tempo ho iniziato ad interessarmi a tematiche importanti come l’ecosostenibilità e l’economia circolare, con uno sguardo ammiccante rivolto al second hand ed al riciclo creativo. Il nome del blog è tratto dal protagonista di un racconto per l’infanzia, Lucino, che scrissi alcuni anni fa e rappresenta una metafora per descrivere una realtà in profonda crisi, fragile ed inquinata, da veleni fisici e psicologici. Lucino lotta per sopravvivere nel suo mondo fantastico, in cui non mancano prove insidiose da superare così come fanno, miracolosamente, la natura e le sue creature, nonostante l’uomo ed i suoi scempi. Da alcuni mesi collaboro con Naturplus, un'azienda di prodotti erboristici. Se vi va potrete seguirmi anche sulla mia pagina Fb: www.facebook.com/mpgarozzo/

Precedente L'Acido Caprilico, ovvero come combattere in modo naturale la candida Successivo I -Cerotti Lifewave: Fototerapia e Nanotecnologia contro dolori osteoarticolari e non solo